Vendite giornali aprile 2019: un declino che sembra inarrestabile

Condividi!

Vendite giornali aprile 2019: un declino che sembra inarrestabile. [Scarica gratis la App di Cronaca oggi, clicca qui]. Vendite giornali quotidiani nel mese di aprile 2019, il declino sembra inarrestabile. Nel complesso il calo è quasi costante e fa paura: si sono vendute in Italia 196 mila copie in meno rispetto all’aprile 2018; in marzo se ne erano vendute in meno, sul marzodell’anno scorso, 192 mila. Le cifre sono quasi uguali, la percentuale, essendo la base un po’ più bassa, sale da meno 8,8 a 9,1.

Politica. Di Battista: “Salvini come Soros. Fa pagare lo Stato per salvare Radio Radicale”.

Economia. Poste Italiane nella top ten delle aziende sostenibili.

Esteri. Petroliere attaccate nel Golfo dell’Oman, giallo sulle mine: Usa pubblicano un video, l’armatore giapponese nega.

Udine. Terremoto Udine, scossa di magnitudo 4. Nessun danno segnalato.

Como. Scout di 8 anni gravemente ustionato: ha cercato ti attizzare un falò con l’alcol.

Firenze. Sassata contro bus turistico: tutti illesi. Denunciata senzatetto.

Milano. Peruviano ucciso nel parco Lambro: fermati due salvadoregni, uno per fuggire all’arresto si era nascosto nel divano di casa.

Esteri. Francia, veterano della seconda guerra mondiale ritrova il suo primo amore dopo 75 anni.

Jessica Polo, affitto negato a Bruxelles: “Sei della Lega, non ti affitto la stanza”

Jessica Polo, affitto negato a Bruxelles: "Sei della Lega, non ti affitto la stanza"

Jessica Polo, affitto negato a Bruxelles: “Sei della Lega, non ti affitto la stanza”

Bruxelles. Jessica Polo, affitto negato a Bruxelles: “Sei della Lega, non ti affitto la stanza”. [Scarica gratis la App di Cronaca oggi, clicca qui]. Jessica Polo è stata protagonista di una disavventura a Bruxelles. L’esponente della Lega si è vista rifiutare una stanza in affitto in Belgio proprio per la sua appartenenza politica. “Sei della Lega? Non ti affitto casa”, si è sentita rispondere l’assistente di un parlamentare europeo del Carroccio.

Politica. Sondaggio Emg Acqua-Agorà: Lega cresce ancora al 35,2%, Pd 23,9%, M5s 18%.

Economia. Uova sintetiche dalle piante (alghe, soia, semi di zucca): un mercato da 1 mld di dollari, aperta la corsa.

Esteri. Attentato Nuova Zelanda, Brenton Tarrant a processo per strage di Christchurch: “Sono innocente”.

Roma. Bestie di Satana, il magistrato che li fece arrestare: “Avevano un’espressione demoniaca”.

Modena. Amanda Knox, ressa di fotografi a Modena. Lei abbandona la sala, il fidanzato: “Basta foto”.

Caserta. Villa Literno, legato ad un albero e pestato per un profilo fake su Instagram: denunciati 3 fratelli.

Esteri. Chernobyl, i selfie volgari del turismo di massa. L’autore della serie HBO: “Siate rispettosi”.

Fanatici dei selfie, dopo la serie tv Chernobyl invasa: luogo di tragedia diventa set fotografico

Fanatici dei selfie, dopo la serie tv Chernobyl invasa: luogo di tragedia diventa set fotografico

Fanatici dei selfie, dopo la serie tv Chernobyl invasa: luogo di tragedia diventa set fotografico

Chernobyl. Fanatici dei selfie, dopo la serie tv Chernobyl invasa: luogo di tragedia diventa set fotografico. [Scarica gratis la App di Cronaca oggi, clicca qui]. Chernobyl come Auschwitz: luogo di tragedia che diventa set per gli shooting fotografici di fanatici del selfie. Il successo della miniserie tv prodotta da Sky ed HBO sulla peggior catastrofe nucleare mai avvenuta ha fatto decollare il turismo di massa nei luoghi dell’incidente. E sui social sono iniziate a circolare fotografie che nulla c’entrano con quei luoghi: dai selfie pseudo-sexy a quelli fintamente scherzosi. 

Ancona. Pianello di Ostra, calciatore di prima categoria precipita dal lucernario: è grave.

Pisa. Ritrovata sul Monte Serra la 16enne scomparsa dopo una lite con i genitori.

Meteo. Maltempo: in arrivo temporali, fulmini e grandinate sul Nord-Ovest. L’allerta della Protezione Civile.

Amatrice. Il libro che racconta la rinascita del Parco Giochi “Don Giovanni Minozzi”.

Politica. Mara Carfagna sgrida i deputati: “Non siamo in gita. Basta selfie”.

Esteri. Calcetto con clienti e colleghi fa parte dell’orario di lavoro: la sentenza in Spagna.

Condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.