Coronavirus, palla al centro, i virologi dovevano star zitti invece si beccano come polli, mentre l’alpino scala quota 500 mila vaccinati ma il covid cala troppo lentamente. I reduci degli anni di piombo ancora si sforzano di difendere assassini e fiancheggiatori.Che poi è quel che fa un povero padre siciliano intimidito al punto di sputtanare la figlia: niente sembra cambiato dai tempi di Franca Viola

Coronavirus, i virologi si beccano come polli, ma l'alpino scala quota 500 mila vaccinati

Galli risponde a Zangrillo: “Ps vuoto? Il professore fa egregiamente il rianimatore, meno il virologo…”

Matteo Bassetti zittisce Andrea Crisanti su quarta ondata a fine maggio: «Non ci scommetterei»

L’epidemiologo Davidovitch: “Serve cautela nelle riaperture. Siamo disabituati alla folla”

AstraZeneca ha problemi con la FDA americana per fare approvare il suo vaccino negli Usa

Coronavirus, bollettino del 1 maggio: 12.965 nuovi casi e 226 morti. (In Inghilterra 7 morti in tutto). Tasso di positività al 3,4%

Ieri 30 aprile: 13.446 nuovi casi e 263 morti

Da un sabato all’altro in aprile: 24 aprile: 13.817 nuovi casi e 322 morti.  17 aprile 15.370 nuovi casi e 310 morti. 10 aprile 2021: 17.567 nuovi casi e 344 morti. Sabato 3 aprile: 21.261 nuovi positivi e 376 morti

Vaccinazioni, centrato il target delle 500mila dosi. Record in Lombardia, Piemonte e Veneto

Il generale Figliuolo: “Dopo gli over 65 vaccineremo i più giovani in vacanza e nelle scuole”

Al mare e in montagna, i centri vaccinali si spostano nei luoghi di vacanza

Marilyn Manson, ora lo accusa anche Esmé Bianco di ‘Il Trono di Spade’: “Ho subito violenza sessuale, abusi e frustate”

“Vogliamo la verità, via il segreto di Stato sulla strage”. Appello della Cgil a Portella della Ginestra

Verbali di Amara, il magistrato Ardita al Fatto: “Copie non firmate non dovevano circolare”La “postina” e il faccendiere legato a Palamara

Parla la figlia del gioielliere: “Per la seconda volta in ostaggio dei banditi. Non so se avremo mai la forza di riaprire”

Lite a pugni tra giornalisti nella sede Rai di Saxa Rubra

Sono volati i pugni a Rai Sport. La polizia è entrata in redazione per ricostruire la dinamica di una violenta lite tra due giornalisti sportivi avvenuta venerdì sera intorno alle 18. Ad avere la peggio C. D. S., che è stato trasportato all’ospedale San Pietro dove i medici hanno stabilito per lui una prognosi di sette giorni.

Il suo collega, D.N., un ex pugile, gli avrebbe sferrato un diretto in pieno volto al culmine di una discussione nata in una stanza della redazione al centro Rai di Saxa Rubra. La lite sarebbe scaturita per l’aria condizionata e sarebbe avvenuta alla presenza di almeno altri due colleghi che sono stati ascoltati dalla polizia in qualità di testimoni.