Un metro anzi tre. Ecco i segreti dell’accordo fra Conte e le Regioni. Un po’ di buon senso. Ma 3 metri fra gli ombrelloni cosa vuol dire? Fra i pali o fra gli estremi?

Le Faq di Palazzo Chigi. Ecco i titoli:

 

Ma come faranno i parrucchieri a sopravvivere con tutti quegli obblighi e costi? E poi se uno ha la febbre perché se ne va in giro. In manicomio va portato, non allo Spallanzani.

Per tutti questi controlli ci sarà un boom di occupazione. Vigili, mezzi vigili come per le strisce blu. 

Il sole va in recessione. Ci aspetta una mini era glaciale? Che fine farà il riscaldamento globale? Non illudetevi, la temperatura media calerà di un ventesimo di grado

Il sole va in recessione
Il sole va in recessione

 

Il sole va in recessione

Avvertono gli scienziati. Non c’è da preoccuparsi, e nemmeno da illudersi. Il riscaldamento globale incombe su di noi.

 

Giustizia senza pace. Avvocati sul piede di guerra

L’accusa: “Processi: confusione e paralisi”

Trump usa i suoi alberghi e resort per incontri di Stato

E si fa pagare. Gli ha reso quasi un milione di dollari

Balle cinesi: i morti da coronavirus sono più di mezzo milione

I morti da coronavirus in Cina sarebbe otto volte di più di quanto ufficialmente dichiarato: 640 mila invece di 84 mila. Le cifre sarebbero contenute in un database fatto uscire clandestinamente da una univerità cinese.

 

La guerra del metro, tecnici contro buon senso

Siamo in piena guerra del metro. Luca Zaia, presidente del Veneto, introduce una nota di buonsenso. E si chiede: perché gli operai in fabbrica possono stare a distanza di un metro, perchè in spiaggia, all’aria aperta, imponete 2 metri?

Siamo alle solite: tecnici contro buon senso. Due persone che dormono nello stesso letto, con quel che segue, se camminano per strada devono tenersi lontani l’uno/a dall’altro/a almeno due metri.

Un virologo dice la sua

Andrea Crisanti dell’Università di Padova ha sentenziato. Contro il coronavirus distanza e tamponi. Tutto il resto non serve a niente.

Inail e Governo vogliono imporre a bar, ristoranti, stabilimenti balneari, parrucchieri, estetiste misure stravaganti. appaiono ancor più assurde alla luce di quanto riferisce Margherita De Bac sul Corriere della Sera.

Il massimo dei contagi, quasi la metà, si è avuto nelle residenze per anziani. Un quarto all’interno delle famiglie.

Inail contro le imprese. Se il dipendente muore è omicidio. Ma solo se…

Poi c’è la linea adottata dall’Inail nell’equiparare la morte di un lavoratore da coronavirus a un incidente sul lavoro. Hanno un po’ aggiustato il tiro. Azienda responsabile solo se c’è dolo o colpa. Ci sarà un boom di denunce e di cause, tanto per gradire.

Coronavirus, bollettino del 15 maggio: 242 morti

Cala il numero dei nuovi malati, quasi 5 mila i guariti. In tutto siamo a quota 31.610 morti.

Si torna a Messa, San Pietro disinfettato

Da lunedì 18 si torna in chiesa e a Messa. Il Papa si prepara alla grande rentrée. Ha fatto disinfettare per bene la basilica di San Pietro. Sulla porta, ti prenderanno la temperatura.

In tutte le altre chiese, strette misure anti Covid-19: Mascherine liturgiche, pissidi con il coperchio girevole, pinzette eucaristiche per consegnare l’ostia senza contatti, pannelli trasparenti per il distanziamento dei fedeli, pettorine colorate per i volontari e molto altro ancora.

 

Nuove regole sulla mobilità dal 3 giugno. Il 2 giugno niente parata

Salta la parata del 2 giugno, ma dal 3 giugno saltano anche i confini delle regioni. Forse potrete andare a vedere se nella vostra casa delle vacanze è tutto a posto.

È morto il pianista Ezio Bosso

All’età di 48 anni ci lascia Ezio Bosso. Direttore d’orchestra, pianista e compositore, Bosso conviveva da anni con una malattia neurodegenerativa.

“La musica è un linguaggio universale che permette a tutti di parlarsi e fare comunità a prescindere dal luogo di provenienza”, ripeteva spesso. Un messaggio mai stato così di attualità.

Silvia Romano, chi l’ha liberata? come? Una nuova verità

Sono stati i droni dei servizi segreti italiani a localizzarla. Poi sono intervenuti i turchi, che hanno scambiato Silvia con un paio di terroristi. Ora i servizi si contendono la gloria. Ma, ad onore dell’Italia, nessun riscatto è stato pagato a Al Shahab. Le rivelazioni di Pino Nicotri su Blitzquotidiano.

…intanto…Silvia Romano vigilata da polizia e carabinieri

Liberata, tornata in Italia e ora sotto vigilanza per tutto il periodo della quarantena: c’è qualcosa che non torna.  Si arriva davvero a questo? Silvia Romano è sottoposta a quella che viene definita “vigilanza dinamica su obiettivi sensibili”. Dopo la quarantena si penserà, molto probabilmente, alla scorta. E intanto continuano le minacce e gli insulti.

In corso le perquisizioni nella sede di Africa Milele, la onlus nella quale Silvia Romano lavora in Kenya quando è stata rapita. La Romano lavorava in sicurezza?

Il flop dell’ospedale di Fiera Milano

L’idea era quella di un ospedale in stile Wuhan. Doveva ospitare 500 persone e sono stati spesi 21 milioni per costruirlo. Ma di pazienti, nella sua terapia intensiva, ne sono passati 13 e ora ce ne sono solo 3. Si pensa alla chiusura. Cosa ne faremo in futuro?

La giustizia in lockdown

Tanta confusione, questo è il pensiero comune riguardo la giustizia in questa fase 2. “Assistiamo al rinvio del 90% dei processi”, afferma Gian Domenico Caiazza, presidente dell’Unione delle Camere penali.

Lo strano caso di Joseph Cuschieri

Joseph Cuschieri, ambasciatore di Malta a Roma, è stato sostituito dopo soli quattro mesi dalla sua nomina. Spiegazione ufficiosa: ha infranto il protocollo trasferendosi a Roma prima che il suo incarico venisse formalizzato. Cosa è successo davvero?

Confessa omicidio che non c’è, poi aggredisce i poliziotti

A Brindisi un uomo di 44 anni, già agli arresti domiciliari, chiama la polizia confessando di aver commesso un omicidio. I poliziotti giungono sul posto, ma l’uomo li aggredisce con una scopa e li prende a testate. L’omicidio? Non era vero niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *