Salvini: “Sì cittadinanza a Ramy, è come mio figlio”

Condividi!

Salvini: "Sì cittadinanza a Ramy, è come mio figlio"
Salvini: “Sì cittadinanza a Ramy, è come mio figlio”

Salvini: “Sì cittadinanza a Ramy, è come mio figlio”. [Scarica gratis la App di Cronaca oggi, clicca qui]. Avrebbe precedenti di polizia, ma nessuna condanna a suo carico Khaled Shehata, il papà del giovane Ramy, uno dei ragazzini eroi di San Donato Milanese che ha contribuito a salvare i suoi compagni di scuola dal bus dirottato e dato alle fiamme da Sy Ousseynou. Per questo Matteo Salvini aveva inizialmente posto un freno sulla cittadinanza, salvo poi fare un clamoroso dietrofront: “Sì alla cittadinanza a Ramy perché è come se fosse mio figlio – ha annunciato – e ha dimostrato di aver capito i valori di questo paese, ma il ministro è tenuto a far rispettare le leggi. Per atti di bravura o coraggio le leggi si possono superare”, ha aggiunto.

Politica. Massimo D’Alema invita a un seminario i big del Pd: “Tornare a pensare a sinistra”.

Economia. Bollette meno salate dal primo aprile: gas -9,9% e luce -8,5%.

Esteri. India, l’imprenditore dei gioielli truffa una banca per due miliardi di dollari. I suoi quadri battuti all’asta.

Venezia. Un docufilm su Pipino, il “ladro gentiluomo” di Venezia.

Taranto. Ex Ilva di Taranto, il ministro Costa: “Pronti a rivedere l’Aia“. Ipotesi fine salvacondotto per manager e gestori.

Esteri. Alan Dershowitz: “Il comportamento di Trump può essersi giudicato immorale. Ma non criminale“.

Condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.