Processo Ruby, morta la testimone Imane Fadil: la Procura apre un’inchiesta. Temeva la avvelenassero

Condividi!

Processo Ruby, morta la testimone Imane Fadil: la Procura apre un’inchiesta. Temeva la avvelenassero
Processo Ruby, morta la testimone Imane Fadil: la Procura apre un’inchiesta. Temeva la avvelenassero

Processo Ruby, morta la testimone Imane Fadil: la Procura apre un’inchiesta. Temeva la avvelenassero. [Scarica gratis la App di Cronaca oggi, clicca qui]. Morta Imane Fadil, una delle accusatrici del processo Ruby. Si tratta della ragazza che diceva di “aver visto Satana” durante le cene di Arcore. Non si sa al momento di più, se non che è stata aperta una inchiesta sulla sua morte. Meno di un mese fa Emilio Fede era stato assolto dall’accusa di diffamazione nei confronti di Imane: Fede durante un Tg4 (di cui era direttore) aveva accusato la ragazza di “essere pagata per dire falsità” (sulle notti di Arcore, ndr). Fadil, 33 anni, teste chiave della procura nei processi Ruby, è morta il primo marzo scorso dopo un calvario durato un mese. Ma si è saputo solo oggi. A darne notizia è stato il procuratore Francesco Greco, che ha comunicato anche l’apertura di una indagine. Prima di morire, Fadil ha confidato a chi le stava vicino di temere di essere stata avvelenata.

Politica. Tav, al via il bando per i primi tre lotti per la realizzazione del tunnel di base.

Economia. Bankitalia, debito record a 2.358 miliardi. Nel 2018 i Btp in mano agli stranieri sono scesi di 47 miliardi.

Esteri. Il manifesto dell’attentatore: m’informo in rete, il mio gesto è per fermare la sostituzione etnica.

Politica. I caccia F-35 agitano il governo, Conte si schiera contro Salvini.

L’Aquila. Si dimette il sindaco: “Governo assente e politici locali autoreferenziali”.

Milano. Mahmood intervistato da Sala: “Trovo l’ispirazione in tram”.

Genova. Il procuratore di Genova: “Condivisibili le parole del giudice, ma bisogna intervenire sulla legge”.

Esteri. Raid su Gaza, colpiti 100 obiettivi dopo il lancio di razzi su Tel Aviv.

Condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.