Ue, il mea culpa di Juncker: “Durante la crisi del debito austerità avventata e poca solidarietà”

Condividi!

Ue, il mea culpa di Juncker: "Durante la crisi del debito austerità avventata e poca solidarietà"
Ue, il mea culpa di Juncker: “Durante la crisi del debito austerità avventata e poca solidarietà”

Ue, il mea culpa di Juncker: “Durante la crisi del debito austerità avventata e poca solidarietà”. [Scarica gratis la App di Cronaca oggi, clicca qui]. Durante la crisi del debito “c’è stata dell’austerità avventata, ma non perché volevamo sanzionare chi lavora e chi è disoccupato: le riforme strutturali restano essenziali”. Così il presidente della Commissione Ue Juncker, nel suo intervento in aula a Strasburgo per la celebrazione dei vent’anni dell’euro.
Non siamo stati sufficientemente solidali con la Grecia e con i greci” durante la crisi del debito.  “Mi rallegro di constatare che la Grecia, il Portogallo ed altri Paesi – ha aggiunto Juncker – hanno ritrovato se non un posto al sole”, almeno “un posto tra le antiche democrazie europee”.

Politica. Alfonso Bonafede come Salvini: il ministro della Giustizia con il giubbotto della Polizia penitenziaria. Ironia sui social.

EconomiaMatteo Salvini contro la Bce “a gamba tesa” sulle banche: “Danni da 15 miliardi all’Italia”.

Esteri. Macron tenta la carta del dialogo: 60 giorni di “Dibattito Nazionale” su 4 macro-temi.

Politica. Paolo Gentiloni racconta l’infarto avuto mentre era con Hollande.

Cesare Battisti: “Ormai è tutto finito, sono malato e sono cambiato”.

Ravenna. Temono che il figlio sia gay e lo segregano in casa: genitori indagati.

ArezzoMorta Maria Luigia Redoli: la “Circe della Versilia” fu condannata per l’omicidio del marito.

AmbienteEmendamento Ministero per stop a trivelle nello Ionio. Presentato al Dl Semplificazioni, bloccherà 36 autorizzazioni.

Condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.