Terremoto e tsunami in Indonesia, sono più di 1.200 i morti: fosse comuni per seppellirli. C’è rischio epidemie

Condividi!

Indonesia. Terremoto e tsunami in Indonesia, sono più di 1.200 i morti: fosse comuni per seppellirli. C’è rischio epidemie. [Scarica gratis la App di Cronaca oggi, clicca qui]. Sono 1.203 i corpi finora ritrovati tra Palu e Donggala, sull’isola indonesiana di Sulawesi, colpita venerdì scorso da un forte terremoto di magnitudo 7,5 e da uno tsunami. Le due città si trovano nel nord dell’isola e ci vivono almeno 600mila persone. I feriti sono almeno 540, e le persone evacuate sono oltre 17mila. E si teme che nella drammatica conta dei morti ci siano anche molti turisti stranieri. Circa 1.200 detenuti indonesiani sono fuggiti da tre diverse prigioni nella regione di Sulawesi devastata da terremoto e tsunami. L’evasione di massa è avvenuta dopo il maremoto.

Milano. Aeroporto di Linate, chiuso per 3 mesi nel 2019: lavori sulla pista.

Lanciano (Chieti). Rapina Lanciano, Alexandru Bogadan Colteanu rischia di tornare in libertà.

Vicenza. 16enni minacciano professore in classe e riprendono la scena.

PositanoIncendio a Positano, chiuso un tratto della strada statale 163 “Amalfitana”.

Palermo. Sterminò la famiglia Cottarelli a Brescia: arrestato a Trapani il latitante Marino.

Padova. Per la prima volta in Italia arriva il Festival delle lanterne di Zigong.

Vimercate (Monza). Uccide la moglie a coltellate e ferisce la vicina: 82enne bloccato dai carabinieri.

Condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.