Roma, nel carcere di Rebibbia detenuta butta i figli dalle scale: uno è morto, l’altro è grave. E’ accaduto all’interno della sezione nido

Condividi!

Roma, nel carcere di Rebibbia detenuta butta i figli dalle scale: uno è morto, l’altro è grave. E’ accaduto all’interno della sezione nido. [Scarica gratis la App di Cronaca oggi, clicca qui]. Una detenuta del carcere romano di Rebibbia ha tentato di uccidere i suoi due figli: uno, un neonato di quattro mesi, è morto, l’altro, un bimbo di due anni, è in codice rosso e ricoverato al Bambin Gesù dove i medici stanno tentando di salvarlo. La detenuta ha 30 anni ed era in carcere per reati legati alla droga. Lo si apprende dal presidente della Consulta penitenziaria e responsabile della Casa di Leda, Lillo Di Mauro. E’ accaduto all’interno della sezione nido, dove sono ospitati bimbi fino a tre anni. La donna è di nazionalità tedesca.

EsteriSiria abbatte aereo spia degli alleati russi, 15 morti. L’Ira di Mosca: «Colpa di Israele». Convocato ambasciatore, rischio rappresaglia-

Avellino. Prende a martellate una donna in strada e fugge. Caccia all’uomo.

Piacenza. San Benedetto primo liceo smartphone-free: telefonino schermato fino alla fine delle lezioni.

Monza. Costretta dal padre a sposarsi in Pakistan, scrive alla vecchia scuola: “Fatemi tornare in Italia”.

Ivrea. Bambino non vaccinato in isolamento all’asilo. La madre: “Non sono no-vax, mancava trivalente”.

Roma. La follia del prete inglese che ha molestato una donna in metro: «Sono un sacerdote, lasciatemi».

Scuola. Il boom del sostegno: più 50% di studenti disabili.

 

Condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.