Amazon e le tangenti: dipendenti vendevano dati in cambio di soldi. Irregolarità soprattutto in Cina

Condividi!

Amazon e le tangenti: dipendenti vendevano dati in cambio di soldi. Irregolarità soprattutto in Cina. [Scarica gratis la App di Cronaca oggi, clicca qui]. Alcuni impiegati di Amazon davano informazioni personali degli utenti ai venditori in cambio di tangenti. E’ la grana privacy su cui sta investigando il colosso dell’eCommerce, secondo il Wall Street Journal. L’indagine è iniziata a maggio e riguarderebbe principalmente la Cina. Pagando cifre comprese tra gli 80 e i 2mila dollari, alcuni venditori avrebbero ottenuto dagli impiegati di Amazon dettagli sulle vendite e sul comportamento degli utenti.

Politica. Pd, dopo la cena da Calenda arriva la “controcena” di Zingaretti.

EconomiaRabbia M5S contro Giovanni Tria per la nomina Fmi in autonomia.

Esteri. Il magnate americano Marc Benioff e sua moglie comprano la rivista Time.

Cosenza. A2, auto esce dal parcheggio e sbaglia senso di marcia: un morto e una donna ferita.

Esteri. Bruxelles, agente accoltellato in un parco. La polizia ha risposto all’aggressione aprendo il fuoco e ferendo l’aggressore al torace e ad una gamba.

Grosseto. Incendio vicino ai binari: stop ai treni su linea Tirrenica. Chiusa anche l’Aurelia.

Esteri. Wsj, Trump annuncerà nuovi dazi a Cina per 200 mld.

Napoli. Fuoriuscita del gas radon dal sottosuolo della metro. Giuseppe Alviti: “Ancora nessuno ne parla”.

 

Condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.