Kiev, ucciso giornalista russo Arkady Babchenko: il cronista era considerato un critico del Cremlino

Condividi!

Kiev, ucciso giornalista russo Arkady Babchenko: il cronista era considerato un critico del Cremlino
Kiev, ucciso giornalista russo Arkady Babchenko: il cronista era considerato un critico del Cremlino

Kiev, ucciso giornalista russo Arkady Babchenko: il cronista era considerato un critico del Cremlino. [Scarica gratis la App di Cronaca oggi, clicca qui]. Il giornalista russo Arkady Babchenko è stato ucciso a colpi di arma da fuoco nel suo appartamento a Kiev. Lo riferisce Interfax. Il cronista è considerato un critico del Cremlino. Aveva lasciato la Russia nel 2017 dopo aver ricevuto “minacce”. Babchenko, stando alle prime informazione pubblicate da media russi e ucraini, sarebbe stato colpito alla schiena da tre proiettili mentre stava rientrando nel suo appartamento. Sua moglie era in bagno al momento dell’attacco e lo ha ritrovato nel corridoio coperto di sangue. Il giornalista – e veterano di guerra – sarebbe morto in ambulanza prima di raggiungere l’ospedale.

Forlì. Insultò l’azienda su Facebook: licenziata per giusta causa.

Firenze. Uccide i piccioni e li lancia nelle auto in transito.

Esteri. «Hanno rapito mia figlia», ma la bimba di 11 mesi viene trovata morta in una busta di plastica.

AutostradeTutor spenti in autostrada per un contenzioso sul brevetto del sistema di controllo velocità.

Milano. Furto in casa del sindaco Sala: rubati orologi e gioielli.

Lodi. Sparò e uccise ladro nel suo ristorante: rinviato a giudizio.

Esteri. Mondiale 2018: Putin ordina il restyling della città russe per nascondere il degrado.

Alitalia. Tre indagati per il crac. L’ipotesi di «bancarotta fraudolenta».

Condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.