Scuola, all’Iti di Torino se usi lo smartphone in classe scattano i “lavori forzati”

Condividi!

Scuola, all’Iti di Torino se usi lo smartphone in classe scattano i "lavori forzati"
Scuola, all’Iti di Torino se usi lo smartphone in classe scattano i “lavori forzati”

Scuola, all’Iti di Torino se usi lo smartphone in classe scattano i “lavori forzati”. Chissà se costituirà un precedente valido per ogni scuola d’Italia. Fatto sta che a Torino, all’Iti, usare reiteratamente lo smartphone in classe, può costare caro: la punizione, al secondo ammonimento, consiste nel fare qualche ora di pulizia, spazzolone, scopa, paletta, strofinacci. “Lavori forzati”, insomma. Extrema ratio, perché molti studenti proprio non ce la fanno a staccarsi dal telefonino, nemmeno quando espressamente vietato. E i genitori sono d’accordo sul decalogo approntato dall’istituto sul corretto uso del cellulare.

AlessandriaSalva il papà con la legge anti suicidi e ora va in aiuto di altri imprenditori sovraindebitati.

NapoliColpi di pistola nel rione Sanità, i raid sono due, centrata un’auto.

SalernoAccoltella la madre dopo un litigio, 21enne condannato a 2 anni.

Roma. La Procura boccia il piano Atac: stime non realistiche, compensi ai commissari troppo alti.

Spagna. Italiano trovato morto, giallo a Barcellona: disposta l’autopsia.

MilanoInchiesta tangenti sanità, i pazienti in fila: oltre ai soldi le lesioni.

ArezzoAssalto al benzinaio, terzo furto in pochi mesi: “Basta, non ne posso più”.

Scuola. Prove Invalsi a computer, gli studenti: “Meglio carta e penna“.

Esteri. Yulia Skripal: «Mio padre ancora grave, non voglio assistenza dall’ambasciata russa a Londra».

Autovelox. Occhio alla truffa: finte telefonate ai cittadini: «Paga ora e risparmi il 30%».

 

Condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.