Pensionato di 73 anni spara e uccide la figlia disabile, poi tenta il suicidio: non riusciva a sostenere i costi delle cure

Condividi!

Pensionato di 73 anni spara e uccide la figlia disabile, poi tenta il suicidio: non riusciva a sostenere i costi delle cure
Pensionato di 73 anni spara e uccide la figlia disabile, poi tenta il suicidio: non riusciva a sostenere i costi delle cure

Meldola (Forlì)Pensionato di 73 anni spara e uccide la figlia disabile, poi tenta il suicidio: non riusciva a sostenere i costi delle cure. Ha ucciso con un colpo di pistola la figlia di 45 anni, disabile, per poi rivolgere l’arma contro se stesso, sparandosi al capo, sopravvivendo. E’ successo questa mattina, giovedì 12 aprile, a Meldola, in provincia di Forlì. L’uomo, un pensionato di 73 anni, è stato trasportato in elicottero all’ospedale di Cesena, in condizioni giudicate disperate.

Torino. Foodora, respinto il ricorso dei fattorini licenziati. “Non sono dipendenti ma autonomi”.

Pavia. Due bambini ricoverati per varicella. Non erano stati ancora vaccinati.

Milano. Rubati pc con i file di M5S: furto nella notte in corso Garibaldi.

Roma. Il Comune cerca contadini: ma nessuno vuole il lavoro.

Russell Crowe dimentica il cellulare nell’auto che va all’asta: sul telefono sms imbarazzanti.

Siria. Trump a Putin: missili pronti. May sposta i sottomarini.

Facebook. La privacy sarà a pagamento.

Padova. Gli presta 41mila euro e dopo un anno ne rivuole 81mila: arrestato.

Modena. La moglie sotto ipnosi. “Non ti tradisco”. Matrimonio salvo.

Milano. Porta Garibaldi, la protesta dei pendolari: “E’ sempre troppo tardi”.

Condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.