Sacchetti bio per frutta e verdura a pagamento: sui social scoppia la rivolta

Condividi!

Sacchetti bio per frutta e verdura a pagamento: sui social scoppia la rivolta
Sacchetti bio per frutta e verdura a pagamento: sui social scoppia la rivolta

Sacchetti bio per frutta e verdura a pagamento: sui social scoppia la rivolta. Per legge devono essere l’imballaggio primario per i prodotti di gastronomia, macelleria, pescheria, frutta verdura e panetteria. Sono riciclabili e per questo piacciono a molti; costano poco ma se si fa la somma alle casse si può avere qualche sorpresa, e per questo una fetta di italiani parla di “tassa occulta”.

Oscillerà fra 4,17 e 12,51 euro il prezzo che ogni famiglia dovrà aggiungere quest’anno alla spesa alimentare fatta in supermercati e ipermercati.

Sul pagamento di questi sacchetti si è subito aperta la polemica. Per il Codacons è “un nuovo balzello che si abbatterà sulle famiglie italiane, una nuova tassa occulta a carico dei consumatori”. Per Legambiente, invece, “non è corretto parlare di caro-spesa. L’innovazione ha un prezzo”.

Perù. Bus precipita in un burrone alla “Curva del Diavolo”: oltre 30 morti.

Vicenza. Bimba di 16 mesi azzannata al volto dal cane di famiglia.

Roma. Messaggi hot alle liceali: prof indagato.

Ancona. Soccorritori fermati in moschea: “Con le scarpe non potete entrare”.

Reggio Emilia. Don Achille Melegari, sacerdote, lascia la Chiesa per sposarsi.

Roma. Tenta violenza al parco degli Acquedotti. Fugge e molesta dei bambini.

Usa. Tensione con il Pakistan: Trump blocca 225 milioni di aiuti.

Napoli. Il questore dal ragazzo accoltellato. «Stese, i camorristi non c’entrano: c’è chi imita Gomorra».

Iran. 9 morti nelle proteste della notte. Usa chiedono Consiglio di sicurezza Onu. Telefonata Rouhani-Macron.

Milano. Dal Milanese alla Romagna, il turista spazzino ripulisce il Rubicone: “Tolta una tonnellata di rifiuti”.

 

Condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.