Chiuso il blog che istigava all’anoressia: denunciata la 19enne responsabile

Condividi!

Chiuso il blog che istigava all'anoressia: denunciata la 19enne responsabile
Chiuso il blog che istigava all’anoressia: denunciata la 19enne responsabile

Chiuso un blog che insegnava a diventare anoressiche: l’amministratrice denunciata per istigazione al suicidio. La polizia di Ivrea ha denunciato per istigazione al suicidio e lesioni gravissime la creatrice di un blog, una 19enne residente a Porto Recanati, nelle Marche, in cui giovani donne, anche minori, venivano istigate al disturbo alimentare mediante l’induzione a seguire diete o ad effettuare terapie che portano all’anoressia.

VicenzaMadre per miracolo. Durante il parto subì 115 trasfusioni.

Enna. Incendiano gli archivi comunali per cancellare le tracce di una rissa: si ustionano e vengono arrestati.

Levante. Artigiano ucciso a Sestri Levante, il giallo degli sms cancellati.

LeccoFugge all’alt, la Finanza spara: travolti due agenti in città.

Milano.Trascinata via con un sacco in testa: salvata dai passanti. Figino ha paura.

Roma. Abusò di 11 bambini: 20 anni al talent scout. Gli incontri ripresi con una telecamera nascosta.

Boschi: “33 milioni all’anno per 3 anni per il piano antiviolenza”.

Padova. Poliziotto si uccide con un colpo di pistola davanti al cimitero dove è sepolta la figlia.

Trieste. Appartamento in fiamme, 15 evacuati.

VeneziaOrrore in un giardino: 51enne muore bruciando le sterpaglie.

Rigopiano. I nastri choc: «Quelli dell’albergo non devono scocciare».

Roma. «Ha un tumore al cervello», ma la diagnosi è sbagliata e muore: indagati otto medici.

Gran Bretagna. Uccise brutalmente una bambina di 7 anni: sedicenne condannata all’ergastolo.

Ancona. Si barrica in casa e dà fuoco a tutto. Paura a Palombina.

FerraraInseguito, lancia la bici contro la gazzella dei carabinieri.

PontederaInvia il curriculum e l’azienda le risponde: «Vuoi soldi per lavorare? Allora non ci interessi».

 

 

Condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.