“Sei figlia di una violenza, dimenticami”: cerca la madre per anni, poi l’orribile lettera

Condividi!

“Sei figlia di una violenza, dimenticami”: cerca la madre per anni, poi l'orribile lettera
“Sei figlia di una violenza, dimenticami”: cerca la madre per anni, poi l’orribile lettera

Belluno. Luisa per anni cerca la madre, poi la lettera atroce: “Sei figlia di una violenza, dimenticami”. Abbandonata alla nascita, cerca la madre per anni poi la verità in una lettera: “Sei figlia di una violenza, dimenticami”. E’ la storia di Luisa Velluti, 29enne di Falcade, in provincia di Belluno, ragazza che non ha mai conosciuto i suoi genitori e che da anni cerca disperatamente di rintracciare la madre.

Sigarette elettroniche. Stop alla vendita online. Tutte le novità del decreto fiscale.

Torino. Ragazzina di colore insultata sul bus: rintracciato l’uomo che l’ha offesa.

Di Maio e il mistero della vocale che avvicina o allontana la Russia.

Veronica Lario, assegno addio. L’avvocato matrimonialista: il tenore di vita non conta più. Gassani: “La Cassazione frena le nozze di interesse. L’assegno? Sempre più raro”.

MinzoliniPena confermata per Minzolini: quattro mesi di reclusione.

Giappone. Le ferrovie chiedono scusa per la partenza di un treno 20 secondi in anticipo. Il treno doveva partire alle 9:44:40 ma è partito alle 9:44:20 “perché l’equipaggio non ha controllato l’orario”.

EmpoliDevasta il circolo e minaccia i clienti, poi picchia un carabiniere.

PaviaInvestita dal camion, grave studentessa di 15 anni.

MantovaDonna si fa travolgere da un treno. Tragedia tra le stazioni di Mantova e Castellucchio.

Iraq. Baghdad: “Caduta ultima roccaforte Isis”. Coalizione: “Il califfato è alla fine”.

Cona. 200 migranti in marcia protestano per condizioni del Centro: uomo muore investito. Poi passano la notte in chiesa.

Condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.