Terremoto e ricostruzione, il caos è il sistema Errani, troppi galli a cantare. E ora sarà peggio

Condividi!

Terremoto e ricostruzione, il caos è il sistema Errani, troppi galli a cantare. E ora sarà peggio
Terremoto e ricostruzione, il caos è il sistema Errani, troppi galli a cantare. E ora sarà peggio

Terremoto, ricostruzione. Audio di mesi fa, Vasco Errani parla a porte chiuse: non c’è organizzazione. Ora sarà peggio.

Perché è fallita la costruzione post terremoto in Centro Italia di un anno fa? La risposta la diede, a porte chiuse, mesi or sono, lo stesso uber commissario Vasco Errani:

“ci voleva una governance totalmente differente, bisogna fare un’altra governance se no non ce la faremo

“non esiste che per cominciare a fare le casette si attenda di avere il fabbisogno definitivo di tutte le casette

“non esiste la centralizzazione della ricostruzione si ricostruisce solo nel territorio

“tutto l’impianto non è centralizzato, già da ora non è centralizzato

“anche i sindaci possono diventare stazione appaltante per le casette per il provvisorio per il commercio

“ma bisogna darsi una organizzazione, decidiamo decidetelo”.

La registrazione fu pubblicata sul sito di Panorama ma non ebbe molta risonanza.

Un pezzo del futuro politico di Gentiloni e anche del Pd si gioca sulla ricostruzione.

I presidenti regionali, dopo l’addio di Errani, assumerebbero il ruolo di commissari alla ricostruzione. A palazzo Chigi resterebbe un mero potere di coordinamento affidato a un ministro o a un sottosegretario. Questa impostazione non piace a Gentiloni. Il premier intende procedere alla nomina di un nuovo commissario. «I nomi? Vedremo. E’ presto per farne. Decideremo a ridosso del 9 settembre. E se Errani volesse essere rinnovato, porte aperte. Se invece confermasse l’addio, com’è probabile, lo ringrazieremo per il grande lavoro svolto e nomineremo il suo successore». Spiega chi ha in mano il dossier: «Se si affidassero i poteri straordinari ai governatori, nominandoli commissari, si sconvolgerebbe il quadro normativo e si perderebbe un sacco di tempo. La ricostruzione, invece, deve marciare a passo spedito».

Belluno. Dolori alle gambe in ferrata: turista 43enne muore sulla Marmolada.

Attentato BarcellonaIl killer è braccato in tutta Europa. 15 i morti, tutti identificati. Collabora uno dei terroristi fermati ad Alcanar.

PistoiaFoto di migranti in piscina su Facebook. Offese e gomme tagliate a un prete.

Palermo. Malore in barca, muore ex poliziotto ‘Faccia da Mostro’: fu coinvolto nelle indagini sullo stragismo mafioso.

Regeni. Gli Usa: “L’ordine di colpirlo arrivò dall’alto”. Fonti di Washington: l’Egitto voleva dare una lezione agli stranieri ma con l’omicidio la situazione è crollata. E insistono: Roma sapeva.

Roma. Aeroporto di Fiumicino, allarme per cassetta metallica abbandonata: artificieri la fanno brillare.

Londra. Uomo racconta: “Ho rapporti con mia sorella da mesi e lei adesso vuole…”

TarantoRuba in chiesa una statua di Padre Pio e viene inseguito dal parroco: arrestato.

Hong Kong. A migliaia marciano per il leader “degli ombrelli”.

Voghera (Pavia). Per 7 anni picchia la moglie, anche con un tagliere di legno. Arrestato.

RomaBagni nelle fontane, multate due turiste all’Ara Pacis e in piazza della Repubblica.

Meteo. Dal 26 Agosto Polifemo, nuova ondata di Caldo Africano. Temperature in graduale aumento dal 26 Agosto, e per almeno 5 giorni. Toscana, Lazio, Emilia Romagna e basso Veneto saranno le zone e regioni che misureranno temperature superiori ai 35°.

Laives (Bolzano). Cadavere in auto al cimitero. Ma è finto.

Perugia. Con l’auto fuori strada mentre va al lavoro: muore ragazzo di 21 anni.

Hitler perse la guerra per colpa del Parkinson. Ennesimo studio, altre polemiche.

Forte dei Marmi. Samuel Jackson e Magic Johnson. Le star scambiate… per profughi.

CrotoneSqualo volpe da 200 kg pescato vicino Crotone: di solito stanno ai tropici…

Il casoUomo bruciato in Val d’Aosta, dopo l’autopsia si indaga per omicidio: “Avvolto in un telo dall’assassino”. Resta il mistero sulla sua identità e sulla mano sinistra mozzata.

Álvarez e il minuto ribelle contro il cinismo. Ai Mondiali Master chiede 60 secondi di silenzio per le vittime di Barcellona. Glieli negano e lui se li prende: “Più importante di qualsiasi oro”. 

Corea del Sud. Esercitazioni congiunte con gli Stati Uniti. La Corea del Nord: “Volete una guerra nucleare”.

Condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.