Il terzo terrorista di Londra è italo-marocchino: la madre vive a Bologna

Condividi!

Il terzo terrorista di Londra è italo-marocchino: la madre vive a Bologna
Il terzo terrorista di Londra è italo-marocchino: la madre vive a Bologna

Youssef Zaghba, terrorista italiano è il terzo uomo di Londra. Madre vive a Bologna. Fermato nel 2016 a Bologna. Almeno una dozzina di bombe Molotov sono state trovate nel furgone usato dai killer. Lo ha confermato la polizia britannica, specificando tuttavia che non era conosciuto dalla polizia e dall’intelligence.

Parigi. Poliziotto spara a un uomo che tenta di aggredirlo davanti a Notre Dame. L’assalitore è rimasto ferito al torace ed è stato portato via in ambulanza. Evacuata l’intera area intorno alla celebre cattedrale parigina. 

Andria. Rapì imprenditore nel 1984, dopo 33 anni gli sequestrano 50 milioni di beni. 

Genova. Trovata donna morta in casa da 20 giorni. La porta era accostata.

Bari. Case popolari a morti o titolari di ville: scoperti 6 casiAzione coordinata tra Comune di Bari, Arca Puglia e Polizia Municipale: alloggi non utilizzati dagli assegnatari. Avevano immobili da 300mila euro.

Roma. Sequestrato un milione di euro a coppia di nomadi che ne dichiarava 120 l’anno.

Mosca (Russia). Jet intercetta bombardiere Usa ai confini sul Baltico.

Salerno. A 15 anni muore in un incidente: i suoi organi salveranno 5 bambini.

Bergamo. Studente di 18 anni in coma dopo aver preso una pasticca in discoteca.

Staranzano (Gorizia). Capo scout gay si sposa con il compagno, il parroco: “Si dimetta non può fare l’educatore”.

Torino. A Torino non c’era un piano di emergenza. Ignorata la circolare di Gabrielli. Disattese le misure dettate dal capo della Polizia dopo la strage di Manchester. Per piazza San Carlo assenti il centro di coordinamento, steward e punti raccolta per feriti.

Zingonia (Bergamo). Incendio al colorificio Spavi: nube di fumo in cielo.

Como. In banca come nei film, ma la banda del buco sbaglia a prendere le misure.

Palermo. ‘Terroristi provenienti da viaggi dalla Tunisia’, procura Palermo indaga. Usavano gommoni veloci per traversata di lusso, 15 fermati.

Pisa. Incendio ad un centro commerciale Ipercoop: evacuati i clienti.

Milano. «Ha una patologia legata a un vaccino» Il giudice: va risarcita. Condannato il ministero. I disturbi 40 anni fa. «I rischi possibili erano noti, la famiglia non fu informata».

Empoli. Prof di matematica muore di infarto davanti agli studenti.

Altamura (Bari). Morta per infezione bimba 16 mesi. Altri due casi «Colpa del latte non pastorizzato».

Firenze. Filmano e deridono la persona da soccorrere, nei guai operatori della Misericordia.

Roma. Cassazione: Riina malato, ha diritto a morte dignitosa.

Condividi!

Rispondi