Al Cara di Crotone comanda(va) la ‘Ndrangheta: lo scoprono dopo 10 anni

Condividi!

Al Cara di Crotone comanda(va) la 'Ndrangheta: lo scoprono dopo 10 anni
Al Cara di Crotone comanda(va) la ‘Ndrangheta: lo scoprono dopo 10 anni

Domani, martedì 16 maggio, il Parlamento Europeo si occupa dei rifugiati. C’è un dossier devastante contro la nostra burocrazia. Intanto si scopre che il Cara più grande d’Europa era in mano alla ‘Ndrangheta. Da dieci anni. Su 103 milioni di euro di fondi Ue, che lo Stato ha girato dal 2006 al 2015 per la gestione del centro dei richiedenti asilo di Crotone, 36 sono finiti alla cosca degli Arena.

‘Ndrangheta. Assalto ai fondi Ue e all’affare migranti; 68 arresti. Coinvolti un sacerdote e il capo della Misericordia.

Smantellata cosca Arena: gestiva il Cara dei migranti a Isola Capo Rizzuto.

Il capo della Misericordia di Isola Capo Rizzuto Leonardo Sacco ed il parroco dello stesso paese, don Edoardo Scordio, sono tra i fermati dell’operazione Jonny. La Misericordia gestisce il Centro di accoglienza richiedenti asilo (Cara) di Isola, uno dei più grandi d’Europa, che secondo le indagini sarebbe stato controllato dalla cosca Arena. I due sono accusati di associazione mafiosa, oltre a vari reati finanziari e di diversi casi di malversazione, reati aggravati dalle finalità mafiose. La cosca Arena controllava a fini di lucro la gestione del centro di accoglienza per migranti di Isola Capo Rizzuto (Crotone).

La cosca Arena di Isola Capo Rizzuto, da decenni al centro delle vicende criminali nel crotonese, aveva imposto la propria assillante presenza anche sull’area ionica della provincia di Catanzaro con estorsioni a tappeto ai danni di esercizi commerciali ed imprese anche impegnate nella realizzazione di opere pubbliche.

Potenza. Incidente stradale sulla Potenza-Melfi: due morti e un ferito grave.

Treviso. Adunata degli Alpini: tre ventenni si fanno offrire da bere e poi in bagno…

La Spezia. Il Tar della Liguria: «Niente status di rifugiato per chi spaccia. Chi commette reati perde i benefici».

Genova. Neonato morto in culla, bimbo di 4 mesi trovato senza vita: scatta un’inchiesta.

Prignano Cilento (Salerno). Francesca Buono muore di infarto a 19 anni. Resta un mistero come una ragazza sana, a parte l’asma, possa essere morta per arresto cardiaco a 19 anni.

Tokyo (Giappone). Aereo militare scompare dai radar: a bordo c’erano 4 persone.

Como. Cadavere di donna in stato di decomposizione davanti allo Yacht Club.

Pechino (Cina). Attacco hacker WannaCry riparte da Cina e Giappone: “Centinaia di migliaia i pc infetti”. Dopo l’attacco hacker su scala mondiale, nell’Ue i danni sembrano limitati rispetto ai timori di una nuova diffusione a macchia d’olio del cryptoworm che prende in ostaggio i dati dei computer infetti. Negli ospedali Uk ancora problemi. Microsoft: ”Un allarme, come rubare missili Tomahawk“.

Bergamo. Colto da malore durante la pedalata. Muore a 43 anni padre di due figli.

Grazzanise (Caserta). Trattore travolge Vespa, morti due giovani.

Milano. Le mani della mafia su supermercati e vigilantes del tribunale: 15 arresti, commissariate 4 sedi Lidl.

Prato. Rottweiler e pitbull usati per la guardia. Multe a 17 cinesi.

Costabissara (Vicenza). Papà rientra in casa e trova la figlia di 16 anni morta: disposta l’autopsia.

Belino (Germania). Italiano di 34 anni ucciso a Berlino. Ci sono ancora molti interrogativi che riguardano l’uccisione dell’italiano. L’uomo era stato accoltellato e perdeva molto sangue da una profonda ferita.

Modena. Mendicante insegue e blocca scippatore .

 

 

 

 

Condividi!

Rispondi