Nomine aziende pubbliche. Alla fine salteranno solo le donne

Condividi!

Nomine aziende pubbliche. Alla fine salteranno solo le donne. Difficile cambiare gli amministratori delegati se hanno fatto bene. Claudio Descalzi (Eni), Francesco Starace (Enel), Francesco Caio (Poste), Matteo Del Fante (Terna), Mauro Moretti (Leonardo-Finmeccanica) hanno dato risultati eccellenti, sarebbe dura spiegare che li mandi via se non per giochi politici che alla luce dello scandalo Consip assumono odori da latrina. E per la condanna di Moretti, che dimostra quanto si sia esposti al rischio dei sentimenti più che dei fatti, dovrebbe valere la Costituzione, come ci insegna Beppe Grillo...

Renzi colpito e affondato? Accerchiato, dai giudici per il padre, dai suoi alleati (Franceschini lo molla) e dai suoi ministri (Calenda spara sugli 80 euro).

Il padre di Renzi interrogato a Roma, per tre ore dal pm Ielo

Intanto Gentiloni si appella al buon senso: “Serriamo le fila e cerchiamo di
mettere al riparo il governo dalle fibrillazioni di questi
giorni”, ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in apertura del Consiglio dei ministri di venerdì 3 marzo. Si è detto vicino al ministro Luca Lotti per gli attacchi ricevuti in questi giorni. (ANSA)
Intanto nel Pd… Gianni Cuperlo: “Lotti si faccia di lato”.  Emanuele Fiano: “Sciacallo”. L’intervento di Cuperlo durante Piazzapulita rompe nel Pd il fronte difensivo attorno al ministro dello Sport e chiama Matteo Renzi a fare chiarezza. Fiano si scusa per il termine “forte” ma insiste sul garantismo.
Fiano inviato a Napoli  per pulire il partito dalle tessere infette minaccia tempesta
Grande Oriente a Rosy Bindi: Sulle liste dei massoni non hai potere, nemmeno Mussolini…era arrivato a tanto. Imbarazzo nel Pd
Numeri in libertà, che servono solo alla demagogia. Sono lordi i redditi 2016 pubblicati, risultato di varie fonti (eredità, liquidazioni, risparmi, case) , Renzi e Grillo “poveri”, 102 e 72mila euro. Governo: la più ricca risulta Valeria Fedeli
Lo stadio della Roma sprofonda nel caos. La Regione Lazio nega la proroga e Nicola Zingaretti sfotte Virginia Raggi:  “Gli uffici non hanno potuto che prendere atto dell’orientamento esplicitato in sede di Conferenza dei servizi dal rappresentante unico di Roma Capitale, come del resto da quello della Città Metropolitana, che non hanno fatto propria la richiesta di sospensiva e confermato invece come definitivo il parere negativo di Roma Capitale sul progetto. Orientamento in pieno contrasto con la comunicazione ricevuta ieri da parte del Sindaco di Roma”.
Segno dei tempi, invece di punire il figlio, se la prendono con la maestra. Fa pipì e sporca il pavimento: insegnante lo obbliga a pulire. I genitori la denunciano

 

Ritrovati in Messico batteri vecchi 50mila anni. Forme di vita intrappolate nei cristalli

Calcio giovanile a Pavullo (Modena): rissa in tribuna tra papà, gara sospesa
Continua la protesta dei pescatoriPescatori liguri in lotta contro il Governo

Condividi!

Rispondi