Rai fuori controllo ma talebana chiude Paola Perego, aria di Indice e Sant’Uffizio

Rai fuori controllo ma talebana chiude Paola Perego, aria di Indice e Sant'Uffizio
Rai fuori controllo ma talebana chiude Paola Perego, aria di Indice e Sant’Uffizio. Ecco la slide che ha mandato la presidentessa Maggioni fuori dai gangheri

La Rai fuori controllo ma talebana chiude un programma per una tramissione volgarotta ma verace, aprendo una nuova ferita nel cuore di chi considera la libertà di espressione un bene superiore. E Berlusconi gongola.

Andate a vedere la Bella e la Bestia. Avrete davanti agli occhi una efficace rappresentazione del popolo bigotto e conformista che ieri bruciava le streghe, oggi censura i programmi tv. È stato una specie di autodafé. Guidano il corteo Monica Maggioni e Antonio Campo Dall’Orto, con quel povero direttore di rete cotretto a inginocchiarsi e umiliarsi. C’è in giro un’aria da Sant’Uffizio e da Indice (non il medio che avete imparato dalla tv e vedete anche in Rai, così fastidiosamente americano e volgare, ma quello del Vaticano) dei libri proibiti che inquieta.

C’è una reazione talebana femminista che disturba, più guardo la foto di quelle slides al centro dello scandalo, più mi interrogo sulla gravità del provvedimento del vertice Rai.

L’unica certeza è che in Rai sembrano avere perso il senso del ridicolo. Si può chiudere un programma per una domanda scema quanto si vuole se sono meglio le donne dell’est o quelle di casa nostra? Tradotto: la moglie ideale vs mogli e buoi….

A meno che i vertici Rai non volessero impartire una lezione al marito di Paola Perego, Lucio Presta, agente di divi e molto potente (forse prepotente) nella tv italiana. Forse però potevano trovare metodi meno imbarazzanti…

Reazione esagerata e ammissione di colpa. La Rai, con tutti i suoi dirigenti, non è in grado di controllare quello che andrà in onda. Ai tempi di Bernabei non sarebbe successo.

Non guardo la tv, mai, nemmeno i telegiornali. Al sabato pomeriggio probabilmente a guardare la tv ci sono solo anziani e malati. Volete propinargli un dibattito sulla povertà?

L’argomento trattato dalla trasmissione di Paola Perego era abbastanza scemo e insulso ma i palinsesti sono pieni di programmi scemi e insulsi e nessuno li chiude.

Cosa volete? Di questo parla la gente comune. Aspettando il reddito di cittadinanza, destinato a riproporre in Italia il modello greco romano di un popolo un po’ pezzente ma nulla facente e di una massa di stranieri (schiavi in versione moderna) a lavorare, cosa volete che si aspettino dalla tv? Dei programmi che li divertano e gli facciano passare il tempo.  Esattamente quello che gli dà Berlusconi.

Ma qui scivoliamo nella fanta politica e anche un po’ nei massimi sistemi. Quello che invece va notato qui è la assurdità di un provvedimento così estremo, la chiusura di un programma, dove non è stato commesso alcun reato, nessuna legge è stata violata, solo una caduta di buon gusto, forse ma poi francamente nemmeno tanto.

Una voce fuori dal coro, Malcom Pagani sul Messaggero

Intanto la Rai si preoccupa dei suoi divi vuole togliere il tetto di 240 mila euro lordi anno ai compensi per le star e qualcuno sta lavorando a un decreto. Marco Castoro sul Messaggero rivela:

“A Viale Mazzini sono giorni di intense trattative. Si lavora sottotraccia, in stretto collegamento con il Governo, per trovare l’escamotage che possa salvare i compensi delle star e far restare competitiva la Rai sul mercato. Tutto è diventato difficile dopo la presa di posizione del cda e dei vertici aziendali (ritenuta impropria dal sottosegretario Antonello Giacomelli) di estendere dal primo aprile anche agli artisti il tetto dei 240mila euro l’anno.La notizia è che il governo sta lavorando per trovare un rimedio normativo.

Le star della tv, come i calciatori, hanno un mercato a parte rispetto ai manager. Per contro i vertici Rai hanno rinnovato i contratti a sei zeri. Su tutti Antonella Clerici, che seppure non considerata insostituibile come Carlo Conti e Fabio Fazio guadagna 3 milioni lordi fino al 2018.

Carlo Conti, Antonella Clerici, Fabio Fazio, Piero e Alberto Angela, Flavio Insinna, Lucia Annunziata, Massimo Giletti, Michele Guardì e Bruno Vespa sono le star in bilico, ci informa Marco Castoro.

Ma siete sicuri che non potete fare a meno di loro?

 Divi nel mirino dei ladri. 
In America, dopo Kim Kardashian (a Parigi, un colpo da milioni) anche la sorella Kendall Jenner subisce un furto di gioielli, dice per 200 mila dollari. Sul sito Tmz tutti i dubbi della polizia di Los Angeles
Roma, ladri svaligiano la villa di Ricky Tognazzi e Simona Izzo: colpo da 50mila euro

Busseto, caccia al fantasma di Giuseppe Verdi: otto avvistamenti in due giorni

Rispondi