Le studentesse nude in chat, 2 mila euro settimana, mattino scuola, pomeriggio si esibiscono in rete

Stanotte la notte degli Oscar. Favorito La La Land – Video Recensione: 3 buoni motivi per vederlo. Ma c’è chi dice che “Moonlight” è meglio e dovrebbe vincere.

Un muro alto tre metri per il primo quartiere fortificato di Treviso.  A Santa Bona il Borgo San Martino: 55 abitazioni protette e videosorvegliate. Ecco il primo quartiere a modello americano, praticamente fortificato, con videosorveglianza e la possibilità di ingaggiare un guardiano privato

Catania, crolla palazzina nel centro storico: una vittima, grave bimba

A Poggio Rusco, 6 mila abitanti, in piena Padania, a 42 km da Mantova,  scoperto un bordello con decine di clienti in centro paese a due passi dalla chiesa.

 

Le studentesse nude in chat, 2 mila euro settimana. Lo scandalo nel ricco e prospero Nord Est. Il Gazzettino rivela:

PordenoneA mattina a lezione, al pomeriggio nude in chat: boom delle camgirl. Ecco la giornata tipo di una camgirl.

“Si alza, fa colazione e prepara la stanza. Esce, va a scuola o all’università. Quando torna, : connettersi al sito di incontri virtuali. Posta una foto su Facebook o su Twitter per far sapere ai suoi fan che sta per trasmettere, indossa un bel completino intimo ed inizia. Le chat, quelle di ultima generazione, non si basano sul rapporto da “cam a cam”, ma sono pubbliche, aperte a chiunque e gratuite. Per più di una ragazzina, questo è diventato un vero e proprio lavoro: «Dai mille euro al mese stando in cam quasi otto ore al giorno (tranne il sabato e la domenica), arrivo a guadagnare circa 2mila euro a settimana».

Mussolini e Claretta Petacci, la vita sessuale del Duce dalle lettere e dai diari in Mussolini’s Last Lover”, dello storico australiano R.J.B. Bosworth. Gli pacevano povere e sottomesse. La pricipessa Maria José ci provò con lui ma lui fece cilecca. Era violento e durava poco ma non gliene fregava (termine da lui sdoganato) nulla.

Armi per l’ Isis da Napoli alla Libia, Angelo Tofalo deputato M5S  e membro del Copasir ammette: «Ho pagato io un viaggio di Lady Fontana».  David Ermini, deputato Pd, chiede le dimissioni di Tofalo dal Copasir: “Comportamento inaccettabile. Tofalo deve spiegare cosa sia realmente accaduto in una vicenda a dir poco torbida”. Il Riesame: restano in carcere ​i coniugi trafficanti

Arriva la sibistra DoP, sono loro gli unici depositari del Verbo. Espropri e tasse il loro mantra.  Così nasce il nuovo partito dei ‘Democratici e progressisti’:
“Priorità lavoro e giovani”
. Hanno convinto i giovani che hanno solo diritti, li hanno illusi e ingannati per 20 anni, parole in libertà, una boccata di sigaro e poi via in birreriaPresentato il manifesto di ‘Articolo 1’. Sono già divisi sui migranti. ”Il decreto Minniti? Sì, no, forse” . Marco Billeci racconta su Repubblica:

“Il Movimento “Articolo 1 – Democratici e progressisti” raccoglie i fuoriusciti del Partito democratico e quelli di Sinistra italiana. Uno dei temi chiave per la nuova formazione è il rapporto con il governo Gentiloni: i bersaniani hanno lasciato il Pd anche perché chiedevano da Renzi maggiore chiarezza nel sostegno all’esecutivo fino alla scadenza naturale nel 2018. Gli ex di Si hanno sempre votato contro il governo sulle questioni chiave. Questa contraddizione potrebbe emergere quando arriveranno in parlamento due decreti molto contestati nel mondo della sinistra, cioè quelli sull’immigrazione e la sicurezza firmati dal ministro dell’Interno Minniti. Su questi potrebbe essere messa la fiducia, come si comporteranno allora i parlamentari della nuova formazione? Interpellati in proposito, le posizioni si dividono tra chi assicura il sostegno a Gentiloni e chi annuncia già un voto contrario”.

Massimo Giannini: “Primarie il 30 aprile, ma ora Gentiloni governi sul serio”. La decisione della direzione Pd sulla data delle primarie rende impossibili le elezioni anticipate a giugno. Per il governo è sicuramente un dato positivo: Gentiloni potrà lavorare con calma almeno fino all’estate, senza più l’assillo del voto.

A Genova 13 anni per mettersi d’accordo su come rilanciare un monumento liberty nella zona est della città, quella costruita fra ‘800 e ‘900, caduto in abbandono e intitolato a Giorgio Borghese, emigrante diventato sindaco di Montevideo. Due anni solo per convincere Rifondazione…

Stadio Roma simbolo di una Italia a 5 stelle, Grillo nudo, stritolato dai vecchi poteri. Chi prende in giro la Raggi? Inganna la Roma e il costruttore o prende per fessi i cittadini? In ogni caso è la pagina peggiore della storia di Beppe Grillo

Monta la marea, come andrà a finire?  La Regione: “Opere ignote, vigileremo”. Legambiente: “Area ancora più inaccessibile”

 

Rispondi